Home / Vita quotidiana / Scegliere una Bici Pieghevole | Pedalare con un Piccolo Genio
bici pieghevole

Scegliere una Bici Pieghevole | Pedalare con un Piccolo Genio

Bentornati a noi cari i miei Casalinghi Disperati,

l’argomento di oggi ha davvero tutti i valori possibili immaginabili perché si parla di qualcosa di estremamente comodo, che fa particolarmente bene, che è capace di farci risparmiare sia tempo che denaro e che, last but not the least, è anche veramente veramente figo: oggi si parla di bici, in particolare della mia nuova bici pieghevole.

Cosa ce ne facciamo di una bici pieghevole? La risposta è semplice semplice: ce ne facciamo tutto.

bici pieghevoleIo ammetto di essere un ciclista da ben prima che le bici a scatto fisso invadessero le strade e che il mondo hipster ne facesse una bandiera, questo semplicemente perché mi è sempre piaciuta sin da bambino la sensazione di velocità e di libertà che solo una due ruote sa dare, ma se quando ero piccolo ho sempre perso la lotta eterna con mia mamma per permettermi di andare a scuola in bici (è pericoloso, te la rubano, ti investono, arrivi a scuola sudato…) ora sono grande abbastanza da potermi concedere non solo di fare quel che voglio in sella alla mia bici, ma anche di averne più di una in base alle esigenze: il mio “parco bici” fino ad oggi comprendeva una mountain bike da down hill per fare lo scemo in montagna (bici di un certo valore visto che telaio, forcelle e freni possono fare la differenza tra la vita e la morte) ed una più modesta ma incredibilmente stilosa bici classica da uomo con freni a bacchetta e tanto di portagiornali (bici di assolutamente poco valore visto che catene e catenacci poco possono con i ladri di biciclette urbani), l’altro giorno invece ho finalmente ricevuto il mio terzo bolide: la mia nuova fiammante bici pieghevole che fidatevi vale da sola mille articoli da dedicarle.

Qualche settimana fa ho avuto una folgorazione: ero tristemente bloccato in circonvallazione quando ho visto un ragazzo indaffarato quanto me che invece fischiettava liberamente driblando il traffico mentre ascoltava la musica, probabilmente pensando a quanto fessacchiotti fossero tutti quegli automobilisti paralizzati attorno a lui.

A me non è mai piaciuto fare la parte del fessacchiotto così come invece mi è sempre piaciuto fare quella del ciclista, però come risolvere la questione quando i giri che si fanno per lavoro o semplicemente il tragitto casa/ufficio sono troppo lunghi per pensare di risolverli pedalando?

bici pieghevoleE’ inevitabile che la soluzione come sempre stia nel mezzo: non sarei potuto arrivare lì dov’ero pedalando, ma da quel momento in poi sarebbe stavo veramente impagabile poter abbandonare la mia auto e proseguire in bici, così come tante volte sarebbe stato davvero bello non toccarla proprio l’automobile utilizzando sia la metropolitana che la due ruote… Ci avevo provato una volta: andavo a piedi e prendere la metro, raggiungevo la fermata più vicina al mio ufficio e poi salivo in sella ad una bici che tenevo parcheggiata lì vicino, è stato bello ma è durato esattamente una settimana, dopo di che la bici è sparita.

Soluzione? Semplice, semplice, l’abbiamo detto: la bici pieghevole può tutto questo, è la soluzione definitiva che può venire in aiuto alla quotidianità in una marea di modi diversi.

E quindi mi sono messo in cerca: ne ho studiate tante, ne ho selezionate alcune e poi ho scelto la mia, e con questo articolo voglio mostrarvi quelle che secondo me si sono abbondantemente meritate la “targa” di migliori bici pieghevoli sul mercato, oggetti che potranno davvero rivoluzionarvi la vita grazie alla loro semplicità e versatilità.

Avete paura che vi rubino la bici? Una bici pieghevole la portate in casa, ufficio o ovunque sia dentro con voi. Avete voglia di un giro fuori porta ma vi viene il prurito pensando a portapacchi, portabici e affini? La bici pieghevole va comoda comoda nel bagagliaio. Avete comunque bisogno di prendere il treno o la metro? La bici pieghevole vi porta alla stazione, fa il viaggio con voi e poi è pronta a farvi pedalare di nuovo. Avete uno yacht da duecento metri e vi scoccia farli a piedi? La bici pieghevole vi farà fare da poppa a prua in un baleno (in realtà a quel punto potreste permettervi anche ad un Harley Davidson per risolvere il problema, ma la bici pieghevole in barca è un tocco di radical chic che non guasta affatto).

Insomma la bici pieghevole è un oggetto geniale, ma come sempre bisogna sceglierla bene prima di ritrovarsi con due metà spezzate in mano o con un piccolo carro armato sul quale non vorreste dover pedalare mai, ma in questo ecco che arrivo in aiuto io, il vostro Casalingo Disperato, che ho studiato, selezionato e scelto sia per me che per voi! 

Scegliere una Bici Pieghevole, a voi le migliori

Frejus Flexi City Bike | Piccola, Pieghevole, Economica

bici pieghevoleLa prima bici pieghevole a dover essere degna di considerazione è sicuramente questa Frejus Flexi City Bike, una due ruote veramente carina che permette di raggiungere dimensioni da chiusa che fanno davvero la differenza.

Si tratta di una bici con ruote da 20″ che aperta misura 180 x 136 x 79 cm ma che chiusa è meno della metà: possiamo ritrarre sellino, manubrio e pedali per poi piegarla su se stessa grazie al perno sul telaio, cosi da poterla comodamente imbracciare e portare con noi come più comodo.

Completamente realizzata in acciaio, questa bici pieghevole si presenta molto molto solida e permette un utilizzo che poco fa rimpiangere una bicicletta normale quando ci troviamo in sella a pedalare, così come invece si ritrova ad essere discreta e per nulla invadente quando la chiudiamo per portarla con noi in metropolitana, sul bus, in ufficio o quant’altro.

L’altro aspetto importante di questo mezzo è il prezzo, perché tra tutte quante è questa la bici pieghevole che più risponde alle esigenze di chi vuole spendere poco, attestandosi come il più economico tra quei prodotti che possono dirsi validi nel rapporto qualità/prezzo.

Potete infatti trovare Frejus Flexi City Bike disponibile a partire da € 174,99, cifra davvero minima per una bici tanto per cominciare di qualità che permetta anche tutto l’agio di una bici pieghevole.

Verifica Disponibilità

KS Cycling Toulouse | Una vera Signora

bici pieghevoleQuesta bici pieghevole ha letteralmente una marcia in più (o meglio, sei marce in più), ma non solo… diciamo che con KS Cycling Toulouse ci si ritrova ad acquistare una bici pieghevole talmente ben fatta da far facilmente scordare quel “piccolo dettaglio” del poterla chiudere e piegare per poterla agilmente portare sempre in giro con sé.

Ha un solidissimo telaio pieghevole in acciaio e ruote da 20, pesa 17 kg e da piegata misura solamente 78 x 60 x 43 cm, ma soprattutto monta un cambio Shimano a n°6 velocità, dettaglio di estremo valore per quella che è una bici pieghevole normalmente votata solo all’essenziale.

Possiamo anche in questo caso ritrarre sellino, manubrio e pedali, per poi piegare la bici grazie al perno posto sul telaio raggiungendo appunto dimensioni estremamente ridotte che fanno sorridere se pensiamo alla completezza di questa bici pieghevole, che non rinuncia nemmeno a portapacchi in acciaio, campanello e riflettori sulla ruota: un vero gioiellino di compattezza e qualità che permette di pedalare giovando di un mezzo fatto per essere utilizzato anche in modo intenso.

Naturalmente questa qualità e queste dotazioni hanno per forza un prezzo superiore alle fasce minime, ma la cosa sorprendente è come il costo lieviti solo di poco rispetto a quanta dotazione in più ci sia su questa bici,  rendendo quindi l’investimento del tutto sensato e nemmeno troppo difficile.

KS Cycling Toulouse è infatti disponibile alla vendita a partire da € 204,44, come abbiamo non molto più del minimo ma con tanto in più in dotazione.

Verifica Disponibilità

Tern Link Uno | Vero stile

bici pieghevoleQuesta bici pieghevole Tern Link Uno andrebbe acquistata già solo per il suo design: è un oggetto fatto per essere solido, semplice e veramente bello. E’ totalmente realizzata in alluminio, il che ovviamente le fa raggiungere il peso record di soli 10 kg in una dimensione che da aperta arriva a 130 x 60 x 20 cm e che una volta piegata ritraendo sellino, manubrio e pedali permette di riporre comodamente questa bici pieghevole anche nel bagagliaio di una Smart.

Diversamente dal modello visto in precedenza non ci sono tanti fronzoli su questa Tern Link Uno, che sembra progettata proprio per permettere solo il minimo essenziale ma per permetterlo con tanta qualità ed estremo agio.

Personalmente ne amo tanto la linea estetica, nella quale tutta la bici sembra progettata per svilupparsi attorno a telaio in alluminio, solido e veramente pratico. Anche in questo caso parliamo di ruote da 20″, impreziosite da uno pneumatico bicolore che ulteriormente ribadisce la figaggine estetica di questo oggetto.

Ma la bellezza e la qualità si pagano, tanto più quando sul piatto ci sono 10 kg di tecnologia in alluminio che naturalmente fa una differenza sostanziale rispetto al più comune acciaio. Differenza che ovviamente si riscontra anche sul piano dei prezzi, perché rispetto ai modelli visti in precedenza questa Tern Link Uno entra in universo di costi davvero non per tutti. Diciamo che, ragionando in proporzione, se le bici viste fino ad adesso sono perfette per venire messe nel bagagliaio della vostra Panda, questa bici pieghevole Tern Link Uno probabilmente finirà in quello di una Mercedes o di una Maserati!

Questo perché Tern Link Uno è disponibile all’acquisto a partire dall’importante prezzo di € 569,00, sicuramente una cifra considerevole, ma del tutto ben spesa per chi se lo può permettere.

Verifica Disponibilità

Bici Pieghevole Elettrica Smart | Il Genio della Lampadina

bici pieghevole

Ultima e non certo per importanza è questa bici pieghevole Smart, che cominciamo con il dire che non tradisce affatto le aspettative del suo nome, perché smart lo è davvero!

La particolarità fondamentale di questa Smart è che si tratta sì di una bici pieghevole, ma soprattutto di una bici elettrica… nonostante i suoi 120 x 70 x 30 cm ed i soli 15 kg di peso, questo mezzo monta una batteria ricaricabile ad ioni di litio (estraibile, cosi da ricaricarla comodamente e da alleggerire la bici se quando non vi serve) che garantisce un’autonomia di ben 50 km con una sola ricarica, ricarica che tra l’altro avviene in solamente due ore. Per capirci potreste utilizzarla per raggiungere il vostro ufficio a 50 km di distanza, ricaricarla intanto che lavorate e trovarla di nuovo pronta a riportare indietro.

Il motore elettrico serve ad alleggerire la pedalata o ad assisterla totalmente in base alle nostre necessità e sfrutta la catena ed il pignone con cambio Shimano a 7 velocità che consente di trovare sempre il giusto agio in qualsiasi condizione di percorso. Altro dettaglio importante sono poi i freni: entrambi a disco per permettere uno standard di frenata ben più efficace qualsiasi sia la modalità in cui stiamo andando.

Anche in questo caso si tratta di un mezzo con sellino, manubrio e pedali ritraibili, e con un solido snodo centrale che permette di piegare la bici su se stessa raggiungendo una dimensione veramente ridotta. Mai la parola Smart fu meglio spesa, perché questo prodotto è davvero un po’ come il Genio della Lampada che esaudisce tre desideri in una volta sola: una bici, una bici elettrica, una bici pieghevole. Tutto di una qualità da applausi.

Il lato negativo? In realtà è difficile considerarlo veramente tale, e ovviamente mi riferisco al prezzo, perché credo sia anche piuttosto normale che un oggetto cosi evoluto si ritrovi ad essere disponibile ad un costo ben più alto della media generale. D’altra parte anche la tecnologia messa sul piatto è ben più alta di quella della media generale, quindi veramente ben venga per chi se la può permettere!

La bici pieghevole Smart infatti è disponibile a partire da € 1.260,00, un prezzo che farà saltare sulla sedia molti ma che ingolosirà tanti altri… per quanto mi riguarda vale quanto detto prima, se potete permettervela è davvero un grande acquisto (e comunque è molto molto meno di una Smart automobile)!

Verifica Disponibilità
Insomma parliamo di oggetti tutti stupendi e soprattutto molto molto utili, con fasce di costo diverse tra le quali ognuno può trovare la bici pieghevole fatta apposta per sé: io la mia l’ho trovata sicuramente e l’ho inaugurata tre domeniche fa mettendola nel bagagliaio per poi usarla per un giro sul Lago di Como. Quale ho scelto? Ammetto di aver tentennato un pochino, la Tern Link Uno mi ha attirato molto e non è stato facile rinunciarci, ma alla fine ho acquistato la KS Cycling Toulouse, spendendo molto meno e ritrovandomi comunque un oggetto di cui andare veramente contento.
E sapete cosa c’è? Ora sono io a fischiettare ascoltando la musica intanto che pedalo tra i fessacchiotti imbottigliati nel traffico!

Check Also

Etilometro elettronico ThinkSmart | Perchè avere un etilometro personale?

L’ Etilometro elettronico ThinkSmart è sempre utile averlo a portata di mano, in modo da …

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close